Zucca + Tajine = me contenta

Chi mi conosce sa che ci sono pochi ortaggi al mondo che amo come la zucca. Per me è quasi una questione di amore, l’adoro in ogni sua versione. Già tempo fa le avevo dedicato un post con diverse ricette che avevo testato.

Questa volta, sul finire della stagione, ho deciso di cucinarla in una delle mie pentole-feticcio, questa per la precisione: trovo che la cottura in tajine si presti particolarmente per valorizzare le verdure, che solitamente non sono considerate come elemento di punta delle preparazioni in umido, a favore invece delle carni bianche e rosse.

La ricetta l’avevo trovata tempo fa su una rivista, ma non ricordo quale. E’ molto semplice e il risultato è delizioso: può sembrare troppo dolce leggendo gli ingredienti, ma le spezie gli donano una certa vivacità.

Tajine di zucca e ceci

800g di zucca sbucciata e tagliata a grossi dadi
150 g di ceci già cotti
1 cucchiaio di uvetta
4 cipolle
2 spicchi di aglio
zenzero in polvere
cumino in polvere
curcuma
1 foglia di alloro
1 cucchiaio di miele
brodo vegetale
olio extravergine d’oliva

Sbucciare le cipolle e togliere i primi due strati; affettare sottilmente questi ultimi e tagliare il resto delle cipolle in quarti.

Soffriggere le cipolle affettate in 4 cucchiai di olio d’oliva nella tajine, insieme agli spicchi d’aglio interi. Unire le spezie, l’alloro e un pizzico di sale, lasciare insaporire per qualche minuto. Aggiungere quindi la zucca, il resto delle cipolle e il milele. Bagnare con il brodo (un paio di bicchieri) e coprire. Far cuocere per 20 minuti.

Aggiungere poi i ceci, l’uvetta e se necessario altro brodo (dipende da quanto è acquosa la zucca), portare a cottura coperto per altri 10 minuti e scoprire durante gli ultimi 5 minuti di cottura.

Servire con cous cous di accompagnamento.